Norimberga


SUSE® continua ad aiutare le aziende a trasformarsi, mettendo a disposizione l’infrastruttura software-defined e le soluzioni per il delivery applicativo che permettono a DevOps e operazioni IT di soddisfare le esigenze del digital business con maggior agilità e a costi inferiori. In questa direzione, SUSE ha annunciato il rilascio di SUSE Linux Enterprise 15, SUSE Manager 3.2 e SUSE Linux Enterprise High Performance Computing 15 focalizzandosi sull’assistere i clienti a innovare in quest’epoca di rapide trasformazioni digitali e rispondendo alle necessità dell’IT multimodale.

 

“Le aziende sono oggi impegnate a trasformare i propri sistemi enterprise per abbracciare le moderne tecnologie agili e occorrono differenti infrastrutture per differenti workload e applicazioni”, ha dichiarato Thomas Di Giacomo, CTO di SUSE. “Questo spesso significa integrare piattaforme basate su cloud all’interno dei sistemi enterprise, combinando lo sviluppo a contanier con quello tradizionale, oppure combinando le applicazioni legacy con i microservizi. Per colmare la distanza esistente tra infrastruttura tradizionale e infrastruttura software-defined, SUSE ha creato un sistema operativo multimodale, SUSE Linux Enterprise 15”.

 

Stephen Belanger, senior research analyst, Computing Platforms di IDC, ha così commentato: “I sistemi operativi rimangono un mattone fondamentale per poter comporre un’infrastruttura moderna. Linux è diventata una delle piattaforme preferite per il cloud e per lo sviluppo di moderne applicazioni native su cloud. È diventata piattaforma di sviluppo preferita dalla maggior parte degli ISV. Oggi Linux viene largamente usato per l’hosting di applicazioni tradizionali e di nuova generazione con metodi di delivery che vanno dal bare-metal a quelli basati su virtualizzazione e container. SUSE Linux Enterprise risulta particolarmente indicato per le applicazioni SAP, i mainframe, l’High Performance Computing e altre importanti casistiche di utilizzo Linux enterprise-centric”.

 

SUSE Linux Enterprise 15 è un sistema operativo modulare moderno che aiuta a semplificare l’IT multimodale, rende l’infrastruttura IT tradizionale maggiormente efficiente e fornisce agli sviluppatori una piattaforma di riferimento. Il risultato è che i clienti possono effettuare facilmente il deployment e la transizione di workload business-critical su ambienti on-premise e cloud pubblici.

 

La piattaforma SUSE Linux Enterprise 15 utilizza una “common code base”, una base di codice comune, per assicurare la mobilità delle applicazioni tra ambienti IT multimodali differenti. L’architettura “Modular+” di SUSE affronta le nuove sfide che i clienti devono risolvere quando provano a innovare all’interno delle infrastrutture IT tradizionali già esistenti e renderle più efficienti. Pensata anche per gli sviluppatori, SUSE Linux Enterprise Server 15 facilita la transizione da openSUSE Leap alla versione pronta per essere utilizzata in produzione e supportata.

 

Creata per Linux, la nuova release di SUSE Manager propone funzionalità dedicate all’abbattimento dei costi, al miglioramento dell’efficienza DevOps e alla facilità nella gestione di grandi deployment complessi su infrastrutture IoT, cloud e container. SUSE Manager aiuta i clienti ad aumentare l’efficienza delle attività DevOps e rispettare i requisiti di conformità attraverso un unico tool che gestisce e mantiene tutto, dai dispositivi edge fino agli ambienti Kubernetes. SUSE Manager semplifica la gestione di grandi deployment complessi grazie a nuove funzionalità di UI estese basate su form.

 

Oggi le aziende si rendono conto di come un’infrastruttura HPC (High Performance Computing) sia essenziale per supportare le attività analitiche avanzate (come AI e machine learning) e le applicazioni di modellazione simulata di domani. SUSE ha presentato SUSE Linux Enterprise High Performance Computing 15 come prodotto a parte rivolto a questo crescente mercato con un set completo di tool, supportati e progettati per ambienti di parallel computing, comprendenti la gestione di workload e di cluster.

 

Con un’enfasi architetturale rivolta al collegamento, SUSE sa bene quale sia la necessità per le aziende di proteggere gli investimenti IT attuali mentre trasformano e modernizzano le proprie infrastrutture IT. I nuovi rilasci di prodotto proseguono lungo il solco di questa vision, aiutando le aziende ad aver successo nel loro percorso di trasformazione IT al ritmo che preferiscono.

 

Quel che i partner dicono a proposito di SUSE Linux Enterprise 15

 

Kenji Kaneshige, vice president, Linux Development Division della Platform Software Business Unit di Fujitsu Limited, ha affermato: “Diamo il benvenuto al rilascio di SUSE Linux Enterprise Server 15. Attraverso una partnership strategica, SUSE e Fujitsu insieme hanno migliorato alcuni aspetti relativi al mission-critical computing e all’hybrid-cloud computing. L’integrazione di SUSE Linux Enterprise Server 15 con l’hardware, il software e i servizi di Fujitsu assicura performance più elevate, migliorando nel contempo l’affidabilità e la sicurezza dell’ambiente operativo. Sono certo che la prosecuzione della nostra collaborazione si tradurrà per i nostri clienti in operazioni stabili e sostenibili”.

 

William Dong, vice president of Marketing Solution Sales di Huawei Enterprise Business Group, ha ricordato: “I clienti si rivolgono a Huawei come a un solution provider strategico per farsi aiutare nella trasformazione digitale necessaria al successo del business. Facciamo questo mettendo a disposizione piattaforme informatiche efficienti, innovative e affidabili e promuovendo un ecosistema collaborativo, vincente per tutti. La combinazione di Huawei FusionServer con SUSE Linux Enterprise 15 prepara bene l’attuale infrastruttura dei clienti in vista delle future necessità di un mondo digitalmente connesso. La sinergia tra SUSE e Huawei produce soluzioni best-in-class con le quali i clienti possono affrontare qualsiasi workload in tutta tranquillità”.

 

John Majeski, responsabile dell’area software e soluzioni del Data Center Group di Lenovo, ha aggiunto: “Lenovo è lieta di collaborare con SUSE per aiutare i clienti a creare data center software-defined predisposti per il futuro utilizzando i nostri server ThinkSystem. SUSE Linux Enterprise 15, combinato con i nostri server ThinkSystem, rappresenta un ambiente basato su best practice per una variegata gamma di workload mission-critical, di analisi e per l’High Performance Computing. Utilizzando i server ThinkSystem con SUSE Linux Enterprise 15, i nostri clienti possono avvalersi di una piattaforma sicura, agile e ad alte prestazioni che li prepara alla prossima generazione di ambienti software-defined”.

 

SUSE Manager 3.2 è già disponibile mentre SUSE Linux Enterprise 15 sarà disponibile da metà luglio. Le immagini di SUSE Linux Enterprise Server 15 e SUSE Manager 3.2 saranno disponibili anche su Amazon Web Services, Google Cloud Platform e Microsoft Azure. Per maggiori informazioni su SUSE Linux Enterprise 15 è possibile visitare l’indirizzo www.suse.com/server; per SUSE Manager, consultare www.suse.com/products/suse-manager; e per SUSE Linux Enterprise High Performance Computing 15 è disponibile l’indirizzo www.suse.com/products/server/hpc.

 

 

SUSE

 

SUSE, un pioniere nel software open source, mette a punto soluzioni affidabili per le infrastrutture software-defined e il delivery applicativo che offrono alle aziende un livello superiore di controllo e flessibilità. Oltre 25 anni di eccellenza nell’engineering, un’assistenza eccezionale e un ecosistema di partner senza confronti sono la base dei prodotti e del supporto che aiutano i nostri clienti a gestire la complessità, ridurre i costi e implementare in sicurezza servizi mission-critical. Stabiliamo rapporti duraturi che ci permettono di adattarci e fornire quell’innovazione avanzata che occorre per poter avere successo — oggi così come domani. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.suse.com.

 

Copyright 2018 SUSE LLC. Tutti i diritti riservati. SUSE e il logo SUSE sono marchi registrati di SUSE LLC negli Stati Uniti e in altri Paesi. Tutti i marchi di terze parti appartengono ai rispettivi proprietari.


Category: Digital Transformation, Enterprise Linux, High Performance Computing, News, Partners, Server, SUSE Linux Enterprise
You can follow any responses to this entry via RSS.