Milano


SUSE Cloud 4, la nuova versione della distribuzione OpenStack di SUSE per la creazione di cloud privati Infrastructure-as-a-Service (IaaS), è ora disponibile. SUSE Cloud 4 è basato sulla più recente versione di OpenStack (Icehouse) e include il supporto completo del sistema di storage distribuito Ceph. Insieme al supporto Ceph, l’ultima piattaforma SUSE Cloud include anche funzionalità VMware avanzate e migliore scalabilità, automazione e disponibilità per agevolare l’implementazione aziendale di OpenStack e consentire alle organizzazioni di sfruttare al meglio gli investimenti IT già effettuati.

“Con SUSE Cloud, SUSE ha assunto un ruolo leader nel settore al fine di rendere una distribuzione OpenStack standardizzata installabile nei data center aziendali moderni”, ha dichiarato Gianni Sambiasi , Sales Manager SUSE Italia. “SUSE Cloud consente di implementare in modo semplice e conveniente un’ infrastruttura cloud privata con hypervisor misti altamente disponibile. L’aggiunta delle funzionalità di storage distribuito Ceph aumenta inoltre il valore e la flessibilità di SUSE Cloud in quasi tutte le aziende”.

SUSE Cloud fornisce alle aziende le funzionalità e il supporto necessari per installare senza problemi un cloud privato basato su standard aperti. Il framework di installazione di SUSE Cloud consente di installare e gestire con semplicità cloud OpenStack. SUSE Cloud è inoltre la prima distribuzione aziendale con installazione e configurazione automatizzata ad alta disponibilità di servizi cloud OpenStack, garantendo così il funzionamento continuo delle installazioni dei cloud privati e l’adesione agli SLA (Service Level Agreement) a livello aziendale. Inoltre, SUSE Cloud supporta un ambiente cloud con più hypervisor, consentendo alle aziende maggiore scelta e interoperabilità nella progettazione del cloud. Gli hypervisor supportati includono KVM, Xen, Microsoft Hyper-V e VMware vSphere.

Laura DuBois, Program Vice President per lo storage presso IDC, ha affermato: “Lo storage definito dal software è un componente sempre più importante dei cloud Infrastructure-as-a-Service (IaaS). Ceph e OpenStack sono soluzioni altamente complementari, sempre più apprezzate dalle aziende alla ricerca di un’infrastruttura più flessibile e disponibile per la realizzazione degli obiettivi aziendali. Integrando l’installazione di Ceph con SUSE Cloud, SUSE ha semplificato il processo di installazione, consentendo alle aziende una più rapida scalabilità dello storage all’interno di un cloud OpenStack”.

SUSE Cloud 4 offre ai clienti aziendali i seguenti vantaggi:

    • Riduzione dei costi grazie all’installazione di una soluzione di storage definito dal software basata sul sistema di storage distribuito Ceph. Il framework di installazione di SUSE Cloud permette alle aziende di configurare e installare automaticamente i cluster Ceph. In una singola soluzione con hardware a basso costo, Ceph consente il provisioning di uno storage a blocchi permanente a livello di macchina virtuale per un rapido recupero e una veloce elaborazione, unitamente alla costruzione di un cloud di storage a immagini e oggetti resiliente e altamente scalabile.

 

    • Sfruttamento ottimale degli investimenti VMware grazie alla maggiore integrazione tra gli ambienti VMware vSphere esistenti e OpenStack. SUSE Cloud include ora funzionalità VMware avanzate per la gestione delle immagini e il supporto di VMware Virtual SAN™, in aggiunta al precedente supporto dei nodi di calcolo VMware vSphere®, della virtualizzazione di rete VMware NSX™ e del driver vSphere per lo storage a blocchi.

 

  • Distribuzione dei workload semplificata, offrendo al contempo livelli più elevati di scalabilità e automazione. SUSE Cloud distribuisce database, bilanciamento del carico e firewall-as-a-service. La standardizzazione di questi servizi consente di distribuire più rapidamente i workload evitando agli utenti di dover gestire e configurare autonomamente tali servizi. Inoltre, SUSE Cloud migliora la scalabilità delle applicazioni grazie a una più stretta integrazione tra il servizio di organizzazione che automatizza il controllo e il coordinamento di più macchine virtuali in base a una serie di modelli predefiniti e il resto dei servizi cloud, ad esempio di calcolo, storage e networking.

Jonathan Bryce, Executive Director della OpenStack Foundation, ha dichiarato:”Il progetto OpenStack sta riscontrando un sempre più ampio consenso da parte delle aziende. Utenti aziendali hanno riferito che l’alta disponibilità, l’integrazione con gli strumenti e le piattaforme da essi preferiti e l’accesso alle più recenti innovazioni sono elementi importanti e questo è esattamente il mercato che SUSE intende raggiungere con l’integrazione di Ceph e gli strumenti di alta disponibilità”.

Commenti dei partner di SUSE Cloud

“Le aziende sono alla ricerca di un approccio unificato e flessibile a OpenStack e al cloud computing”, ha affermato Lew Tucker, Vice President e CTO del settore Cloud Computing di Cisco. “Con l’integrazione di UCS Manager nel framework di installazione di SUSE e il supporto completo di Nexus ML2 Driver per OpenStack Networking, Cisco e SUSE collaborano per aiutare i clienti ad adottare con semplicità i cloud privati aperti”.

“Hedera Cloud Manager automatizza l’installazione e la gestione delle risorse per cloud privati, ibridi e pubblici”, ha dichiarato Jérémie Bourdoncle, CEO di Hedera Technology. “Le funzionalità di automazione e alta disponibilità integrate in SUSE Cloud combinate con quelle di ottimizzazione e gestione unificata dei servizi di Hedera Cloud Manager consentono ai clienti di creare un’infrastruttura cloud sostenibile, in grado di rispondere e adattarsi con rapidità ai cambiamenti che avvengono nell’ambiente aziendale”.

“La comunità OpenStack sta guadagnando slancio nel suo impegno verso l’implementazione aziendale dei cloud privati”, ha riferito Mauri Whalen, Vice President di Intel e direttore del settore Core System Software presso l’Open Source Technology Center. “Intel e SUSE collaborano da 18 anni per offrire alle aziende i vantaggi della tecnologia open source. Le due società continuano a collaborare strettamente con i clienti comuni per individuare e fornire requisiti cruciali come l’alta disponibilità, per consentire di velocizzare le installazioni basate sull’architettura Intel”.

“UForge per SUSE Cloud fornisce ai clienti una soluzione ibrida pronta da utilizzare, che integra la piattaforma SUSE Cloud OpenStack con strumenti di migrazione e creazione di modelli software semplici e self-service”, ha affermato Alban Richard, CEO di UShareSoft. “Insieme, SUSE Cloud e UForge consentono ai clienti aziendali di implementare cloud ibridi pronti all’suo, offrendo un’efficiente scalabilità delle risorse e una distribuzione dei workload semplice, rapida e coerente nei data center virtuali esistenti o in nuovi cloud pubblici o privati”.

“VMware e SUSE collaborano da tempo per offrire ai clienti maggiore scelta e flessibilità”, ha dichiarato Dan Wendlandt, Director of Product Management per OpenStack presso VMware. “Continuiamo a riscontrare nei clienti una forte richiesta di tecnologie VMware di calcolo, rete, storage e gestione di livello aziendale all’interno di OpenStack e abbiamo contribuito alle integrazioni queste tecnologie VMware nella comunità OpenStack. SUSE Cloud 4 fornisce questi contributi della comunità come prodotto, rendendo ancora più semplice per i clienti scegliere le tecnologie VMware ottimali come elementi essenziali dei propri cloud OpenStack”.

Per maggiori informazioni su SUSE Cloud, visitate il sito suse.com/cloud. Per i dettagli sui prezzi di SUSE Cloud 4, consultate il sito suse.com/products/suse-cloud/how-to-buy

Copyright 2014 SUSE LLC. Tutti i diritti riservati. SUSE e il logo SUSE sono marchi registrati di SUSE LLC negli Stati Uniti e in altri Paesi. Tutti i marchi di fabbrica di terze parti appartengono ai rispettivi proprietari.

VMware, vSphere, NSX e VMware Virtual SAN sono marchi registrati o marchi di fabbrica di VMware, Inc. negli Stati Uniti e in altre giurisdizioni. L’uso della parola “partner” o “partnership” non implica una partnership legale tra VMware e qualsiasi altra società.

La tappa italiana del SUSE Linux Expert Days, un workshop per tutti i professionisti del mondo ICT, si terrà a Roma il 4 novembre e a Milano il 6 novembre. Tema dell’edizione italiana 2014 sarà lo Zero Downtime oltre agli ultimi progressi tecnologici di SUSE Linux.

Per ulteriori informazioni sul SUSE Linux Expert Days: https://www.suse.com/events/slef-2014

SUSE SUSE, azienda pioniera nei software open source, fornisce soluzioni Linux affidabili e interoperabili e infrastrutture cloud che offrono alle aziende maggiore controllo e flessibilità. Oltre 20 anni di eccellenza nel campo ingegneristico, un servizio eccezionale e un ineguagliato ecosistema di partnership alimentano i prodotti e i servizi che aiutano i nostri clienti a gestire la complessità, ridurre i costi e fornire con sicurezza servizi mission-critical. Le relazioni durature che costruiamo ci permettono di offrire l’innovazione più mirata di cui i nostri partner necessitano per avere successo, oggi e domani.

Per ulteriori informazioni: suse.com

Per maggiori informazioni su SUSE Cloud: suse.com/cloud

(Visited 1 times, 1 visits today)

Category: Uncategorized
You can follow any responses to this entry via RSS.